Si tratta del secondo test pilota nella zona: ammesse solo le bici

Via Colombo a Carpi sarà chiusa al traffico (eccetto che alle biciclette) martedì 20 giugno dalle ore 21 alle ore 23.30 nel tratto compreso tra le vie Foscolo e Leopardi. Si tratta del secondo test pilota promosso dall’amministrazione comunale per verificare assieme ai cittadini le condizioni per arrivare alla creazione di una Zona 30 nel quartiere. Grazie a questa chiusura si potrà sperimentare infatti la pedonalizzazione nel tratto di strada interessato, allo scopo di recuperare, solo momentaneamente, lo spazio urbano a favore di pedoni e ciclisti, ossia degli utenti della strada più esposti al traffico attuale, rivalutando la rete dei percorsi pedonali e contribuendo a moderare, senza naturalmente impedirlo, il traffico dei veicoli a motore.
Questo test pilota è previsto nell’ambito della redazione del prossimo Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile del Comune (P.U.M.S.). Saranno presenti gli Assistenti Civici e una rappresentanza dell’amministrazione comunale, oltre che dei tecnici che dovranno realizzare il Piano. Sarà consentito ai mezzi dei residenti o dei titolari delle attività nel tratto di via Colombo interessato a questa iniziativa di sostare, oppure di entrare e uscire, a passo d’uomo.
Il 31 maggio scorso si era svolta nella mattinata una iniziativa simile e con le stesse finalità nelle vie Giusti e Pascoli, sempre in zona via Colombo, con attività realizzate assieme ad insegnanti e bambini della scuola di via Giusti. “L’iniziativa in quella occasione ha raccolto il gradimento dei residenti: l'amministrazione comunale – spiega l’assessore alla Mobilità Cesare Galantini - ritiene importante il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, uno strumento che può con i suoi tenti interventi sollecitare un cambio di mentalità in merito alla mobilità e alla gestione dello spazio urbano. Proseguiremo nei prossimi mesi a realizzare iniziative come quelle che metteremo in campo il 20 giugno in via Colombo, sempre coinvolgendo i residenti e ascoltando le loro proposte e suggerimenti”.