L’ISEE continua ad essere lo strumento di valutazione per l’accesso alle “prestazioni sociali agevolate” che sono prestazioni sociali limitate a chi possiede particolari requisiti di reddito.
Da gennaio 2015 vengono stabilite delle modalità di calcolo differenziate dell’indicatore con la conseguenza che non vi è più un solo ISEE, valido per tutte le prestazioni, ma una pluralità di indicatori, calcolati in funzione della specificità delle situazioni.
Si configurano così, oltre ad un ISEE standard o ordinario, più ISEE in situazioni specifiche, diversi a seconda  della prestazione che si andrà a richiedere e delle caratteristiche del richiedente e del suo nucleo.

ISEE standard o ordinario:
utilizzabile per la generalità delle prestazioni sociali agevolate (prestazioni o servizi sociali assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo del richiedente, compresi i servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate);

ISEE Università: 
per l’accesso alle prestazioni per il diritto allo studio universitario previa identificazione del nucleo familiare di riferimento dello studente;

ISEE Sociosanitario 
utilizzabile pre le prestazioni socio-sanitarie per cui è possibile scegliere un nucleo familiare ristretto rispetto a quello ordinario;

ISEE Sociosanitario-Residenze:
utilizzabile pre le prestazioni socio-sanitarie residenziali per cui è possibile scegliere un nucleo familiare ristretto; prevede differenze in alcune componenti di calcolo e tiene conto della situazione economica dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo;

ISEE con genitori non coniugati tra loro e non conviventi:
utilizzabile per le prestazioni rivolte ai minorenni/studenti universitari che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi e tiene conto della situazione economica del genitore non convivente;

ISEE Corrente:
è un aggiornamento dell'ISEE già rilasciato e calcolato in seguito a significative variazioni reddituali conseguenti a variazioni della situazione lavorativa di almeno un componente del nucleo. Ha validità di due mesi dalla presentazione della DSU;

A partire dal 15/01/2018, ai fini della presentazione di domande di contributo, occorre l'ISEE per l'anno 2017 (calcolato ai sensi del DPCM 159/2013).

DOVE ANDARE
Per ottenere il proprio ISEE occorre rivolgersi:
- ai CAAF (Centri di Assistenza Fiscale) aderenti al protocollo d’intesa, sottoscritto presso la sede della Provincia, per il servizio di assistenza ai cittadini che richiedono prestazioni sociali agevolate. In questi CAF il servizio di compilazione è gratuito.

Si fa presente che esistono altri CAF che i lavoratori sono liberi di contattare liberamente, tenendo presente che il servizio potrebbe non essere gratuito.

Consulta le informazioni dettagliate o simula il calcolo dell'ISEE ordinario sul sito Inps nella sezione “Servizi On-Line”